menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri durate i controlli al parco del Valentino

I carabinieri durate i controlli al parco del Valentino

Arrestato due volte in un mese il super pusher del parco del Valentino

Ha cambiato solo la strategia di vendita

Stesso parco, stessa panchina, stesso spaccio con qualche variante che non gli ha impedito il secondo arresto in un mese. Lunedi 5 marzo i carabinieri della Stazione Torino San Salvario hanno riarrestato “Moustapha”, il noto pusher del parco del Valentino per detenzione e spaccio di crack e cocaina. L’uomo 46enne, clandestino sul territorio nazionale, era già stato fermato diverse volte dai carabinieri, l’ultima il 9 febbraio.

Lunedi il pusher ha nascosto la droga (18 dosi di cocaina e 10 grammi di crack) sotto una panchina che si affaccia su corso Massimo D’Azeglio, ma questa volta ha cambiato strategia per le sue consegne. È andato a piedi in via Valperga Caluso mentre parlava al telefono con un acquirente. È salito sul 16 ed è sceso in corso Marconi. Ha incontrato il tossicodipendente e con lui è salito sul tram 9.

I carabinieri, che hanno sempre seguito entrambi e non hanno perso di vista il sacchetto nascosto dal pusher vicino alla “panchina di Moustapha”, hanno deciso di intervenire e di fermare la coppia. Il cliente, Antonio di 30 anni, ha ammesso di essere un acquirente abituale di Moustapha, diventato per lui e per decine di altri tossicodipendenti della zona un punto di riferimento per la qualità della merce e per sua disponibilità h24.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento