rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Via Agostino Bertani, 41

Caos esami di guida: autoscuole sul piede di guerra contro la Motorizzazione

Ritardi nella programmazione

Quasi ogni giorno, nell'autoscuola "Sofia" di via Lanzo 155, così come all'autoscuola “Matricardi” di corso Lombardia 168, arrivano ragazze e ragazzi che pongono sempre la stessa domanda: "hai notizie per il mio esame di guida? Sono passati già due mesi...".

Già, perché da tempo è diventato sempre più arduo poter sostenere l'esame alla Motorizzazione Civile di Torino, a causa dei ritardi con cui la stessa concede gli spazi orari per eseguire la parte conclusiva della prova di idoneità alla guida, che si compone - come tutti sanno, di una parte teorica ed una pratica. 

E la stessa scena si può vedere in tante altre autoscuole di Torino ed area metropolitana. 

"Molti miei allievi sono costretti a ripetere l’esame di teoria, già superato e a proprie spese, a causa dei ritardi con cui la Motorizzazione concede gli esami di pratica - spiega Dino Porcelli, istruttore di guida che fa parte del C.a.s.t. (Consorzio autoscuole Settimo Torino) e titolare delle due autoscuole - Non so più davvero come fare. Sono già andato due volte in Motorizzazione, senza però ottenere risposte convincenti, con il direttore della Motorizzazione Civile che fino ad oggi ha negato ogni incontro richiesto dalle autoscuole. Purtroppo il vero aspetto è che manca il personale per poter giudicare i nostri allievi".

Per Porcelli, questo disagio costringe le autoscuole "a comunicare agli iscritti che dovranno corrispondere nuovamente tutti gli oneri per un nuovo foglio rosa, visita medica, bollettini e diritti vari. Ovvero 150 euro, per colpe non loro, che si aggiungono ai soldi che hanno già dato in precedenza e al pagamento delle guide per mantenersi in allenamento in attesa della chiamata della Motorizzazione. Tutto questo perché in diversi casi, le autorizzazioni iniziali sono già scadute a causa della lentezza della Motorizzazione stessa".

Disagi e lentezze che, secondo Porcelli, "stanno causando problemi a noi autoscuole, che non riusciamo più a programmare e a far rispettare le scadenze. Ci sono allievi che avranno una sola opportunità per superare l'esame. Vi pare normale?".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos esami di guida: autoscuole sul piede di guerra contro la Motorizzazione

TorinoToday è in caricamento