rotate-mobile
Cronaca Trana

Addio a Stefano, il giardiniere con la passione del basket. Morto un mese dopo un incidente stradale

Organi donati

Trana e Giaveno dicono addio a Stefano Gioana, il 34enne giardiniere vittima il 20 marzo scorso di un grave incidente stradale mentre era alla guida del suo fuoristrada, finito contro gli alberi presenti in via Coazze a Giaveno.

A distanza di quasi un mese, giovedì 16 aprile 2020, Stefano è morto mentre era ricoverato al Cto di Torino, in terapia intensiva, non riprendendo mai conoscenza.  

Giovedì, quando purtroppo è arrivata la notizia che nessuna famiglia vorrebbe mai ricevere, i genitori hanno dato il consenso all'espianto degli organi, per permettere così ad altre persone di continuare a vivere. 

Nel corso di queste ore, la sua pagina Facebook è stata riempita di immagini, ricordi e frasi per rendere omaggio a quel "ragazzone" con barba e rasta, con il sorriso sempre sulle labbra, grande amante del basket. 

Per tanti anni - dal 1995 a oggi - è stato giocatore e allenatore del Giaveno Basket. 

"Ci sarà ancora tempo per stendersi su un prato di fiori e far scoppiare bolle di sapone soffiate da un bambino. Ci sarà ancora tempo per stringere un sorriso, che giocava a scivolare via lungo le rughe della paura. Ci sarà ancora tempo per rincorrere un gabbiano sulla linea più lontana dell'orizzonte. Ci sarà ancora tempo per brindare a questa vita e bere tutto d'un fiato un calice di sogni. Avremo ancora molto tempo, amico mio. Tutto il tempo del mondo", lo ricorda Lara.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Stefano, il giardiniere con la passione del basket. Morto un mese dopo un incidente stradale

TorinoToday è in caricamento