Addio a Michele, il maestro di judo che amava insegnare a bambini, giovani e adulti

Aveva 66 anni

Michele Bonomo, 66 anni

Il mondo dello sport, e in particolar modo del judo, piange la morte di Michele Bonomo. Aveva 66 anni. 

Malato da tempo, è morto ieri, mercoledì 25 marzo 2020, a Orbassano.

Nonostante lavorasse in un centro medico fisioterapico, la sua più grande passione erano le arti marziali, tanto da diventare maestro di judo. 

Bonomo a inizio anni '80 aveva fondato il Centro Sportivo Orbassano. Nel 1990, invece, aveva dato vita al Centro di Formazione Sport e Cultura, oltre a ricoprire per anni il ruolo di presidente della Consulta dello Sport di Orbassano. 

Anche se malato, fino all'anno scorso ha continuato ad insegnare judo a piccoli e grandi. E persino a tanti soci del gruppo Terza Età.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il conduttore torinese a Verissimo: "Un medico mi disse che era solo un'influenza"

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • “Potresti essere più gentile?”: dopo la richiesta lo picchiano alla fermata dell’autobus

  • Offerte di lavoro del gruppo Iren: le posizioni aperte a Torino

  • Uomo scomparso da mercoledì sera: ritrovato il corpo

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento