Addio a Luigi: il calcio giovanile una ragione di vita

Aveva solo 53 anni

Luigi Piccolantonio, 53 anni

Se n'è andato all'improvviso. Lasciando tutti attoniti. E, soprattutto, con un vuoto difficilmente colmabile.

Perchè Luigi Piccolantonio, 53 anni - il 2 agosto ne avrebbe fatti 54 - nel lavoro come nel calcio, la sua grande passione, era una persona con cui facevi amicizia subito.

E' morto sabato mattina, 6 luglio 2019, per le complicanze di un intervento alle Molinette. La notizia della morte ha fatto il giro di tutto il mondo calcistico dilettante e giovanile di Torino e provincia.

Perché Luigi è stato l'allenatore, fino allo scorso dicembre 2018, per la categoria 2005 dello Spazio Talent Soccer, squadra che gioca nei campi di corso Appio Claudio. 

In passato, aveva guidato anche le giovanili del Mercadante, del San Maurizio, dell'Atletico Torino. Lasciando sempre ottimi ricordi, vista la sua grande capacità di plasmare i ragazzi, di far capire loro come giocare ma soprattutto quanto fosse importante rispettare l'arbitro, gli avversari e i dirigenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non ci sono molte considerazioni e cose da dire quando viene a mancare una persona. Ma ci addolora in quanto ci colpisce nel cuore e nell'animo. A maggior ragione perché Luigi Piccolantonio è entrato nel nostro mondo gialloblù facendosi voler bene per la sua competenza e soprattutto le sue qualità umane. Lascia in tutti quanti noi un vuoto enorme. Lo ricorderemo con gratitudine e affetto per quello che è stato e ha fatto per noi", lo ricordano allo Spazio Talent Soccer.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Super-vincita al concorso a premi in tabaccheria: un fortunato si porta a casa 53mila euro

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento