Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Lutto nel mondo del cinema: addio a Carlo Ausino, il regista di Torino

Carlo Ausino

 Carlo Ausino è morto ieri a 82 anni nella sua Torino, città che tanto ha amato e rappresentato nelle sue produzioni cinematografiche. A darne l’annuncio è stata la sua famiglia: “Con profondo dolore la notizia che non avremmo mai voluto dare, Carlo Ausino è mancato oggi 22 novembre 2020 alle ore 18, nella sua Torino che tanto ha amato e rappresentato nelle sue produzioni cinematografiche. È stato un regista, un attore, una comparsa, un operatore, un videomaker, un maestro di cinema, ma soprattutto è stato un figlio, un padre, uno zio, un fratello, un compagno e un grande amico. La sua passione per il cinema ci ha contagiati, entusiasmati e fatto sognare, sempre. Il suo senso dell'umorismo, la sua simpatia ci ha regalato tanti sorrisi. Vogliamo ricordarlo così”.

Il suo nome è soprattutto legato al 'poliziottesco' del 1977 "Torino violenta" e ambientato interamente a Torino. Il film, costato appena 60 milioni di lire, incassò venti volte tanto (circa 1 miliardo e 300 milioni di lire dell'epoca). Un altro titolo di film dedicato a Torino fu "Tony, l'altra faccia della Torino violenta" del 1980 diretto da Carlo Ausino. 

"Torino violenta": la trama

A Torino un'organizzazione composta da alcune famiglie di mafiosi di origine meridionale e da delinquenti francesi commette efferate rapine e conduce studentesse minorenni sulla via della prostituzione, irretendo tali ragazze con l'uso di droghe pesanti alle feste, violenza sessuale e successivi ricatti con foto compromettenti. Contro questo losco traffico combatte il commissario Ugo Moretti e in questa lotta per la giustizia compare un assassino misterioso che uccide scientificamente i mafiosi...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nel mondo del cinema: addio a Carlo Ausino, il regista di Torino

TorinoToday è in caricamento