Addio a Donato, il sindaco famoso per le sue battaglie ambientaliste

Morto a 75 anni

Donato Adduci, aveva 75 anni

Tutta Robassomero dice addio a Donato Adduci, storico sindaco per due mandati e amministratore per 39 anni consecutivi.

Aveva 75 anni ed è morto nella notte tra mercoledì 31 ottobre e giovedì 1 novembre 2018 in un letto dell'ospedale di Cirié, per una complicanza dovuta ad un intervento chirurgico.

Originario di Terranova di Pollino (Potenza), Adduci è stato anche preside a Fiano e Robassomero oltre ad essere sindaco dal 1975 al 1985 e poi dal 1995 al 2004.  

Nel mezzo, la sua esperienza in consiglio regionale, sempre tra le fila del Partito Comunista Italiano. Prima nella quarta legislatura, tra il 1985 e il 1990 e poi per un breve periodo tra il luglio ’94 e l’aprile ’95, occupandosi sempre delle tematiche ambientali.

Storica la sua battaglia “No Nucleare” per il referendum, facendo diventare Robassomero nel 1981 il primo comune denuclearizzato d’Italia. 

Per l'attuale sindaco, Antonio Massa, "Adduci era tanto apprezzato dalla collettività. Donato aveva a cuore Robassomero. Nel mio percorso da sindaco ho avuto più volte modo di potermi confrontare con lui e portare avanti delle battaglie comuni, anche se lui era in opposizione. Ci siamo sempre rispettati, a prescindere dalle idee politiche". 

Messaggi di cordoglio sono arrivati anche dall'Uncem e dal suo presidente Marco Bussone: “Donato mancherà. Per il suo impegno, per le sue battaglie e per i suoi ideali. Grazie Donato!”. Ma anche dall'onorevole Claudia Porchietto (FI): “Mi ha conosciuta piccola piccola e devo dire mi incuteva anche timore. Era un comunista serio, molto distante dal mio pensiero liberale. Ma ogni volta che ho raggiunto un traguardo politico lui mi ha fatto complimenti sinceri, mai di circostanza. E non molto tempo fa incontrandomi, mi disse: ”ne hai fatta di strada, brava. Hai portato in alto il valore della politica. Sai che siamo agli antipodi quale pensiero politico ma hai fatto onore ad essa da assessore al Lavoro e adesso al parlamento. Brava continua così””.

Le esequie verranno celebrate domani, sabato 3 novembre 2018, alle 14, in piazza XXV Aprile a Robassomero, con rito civile, prima di proseguire per il tempio crematorio di Mappano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento