Cronaca Piazza Libertà, 5

Caldaia difettosa, famiglia intossicata dal monossido finisce in ospedale

Tutti in camera iperbarica

Immagine di repertorio

Ancora una famiglia costretta ad essere ricoverata in ospedale dopo essere rimasta intossicata dalle esalazioni da monossido di carbonio.

E' successo questa notte, giovedì 8 marzo 2018, attorno all'1.30, in piazza Libertà 5 a Trana. A rimanere intossicati sono stati un padre di 57 anni, la moglie di 56 anni e il figlio di 14 anni. 

Sono stati loro stessi a dare l'allarme e a richiedere i soccorsi. Sul posto sono arrivate le ambulanze della Croce Rossa e i vigili del fuoco, con questi ultimi che hanno messo in sicurezza l'abitazione, riuscendo a capire come tutto sia scaturito da malfunzionamento della caldaia presente in cucina.

Tutti e tre sono stati portati prima in ospedale a Rivoli per i primi accertamenti clinici del caso e, successivamente, sono stati trasportati alla camera iperbarica dell'Otip (Ossigeno terapia iperbarica piemontese) di via Pola 33 a Torino.

Sul caso indagano i carabinieri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldaia difettosa, famiglia intossicata dal monossido finisce in ospedale

TorinoToday è in caricamento