Cronaca Centro / Corso Bolzano

Fugge dalla casa della nonna per andare in città in treno, senza soldi e documenti

Ritrovato dalla polizia ferroviaria

Immagine di repertorio

Si era allontanato da casa della nonna, a Ivrea, per raggiungere Torino. Senza però avere in tasca i soldi, né i documenti d'identità.

E quando il personale ferroviario l'ha fermato a bordo del treno, quel 16enne ha ammesso di non avere con sè i documenti ma di voler chiamare la madre per chiederle se potesse inviargli, tramite cellulare, copia del permesso di soggiorno, per testimoniare la sua identità. 

La stessa madre, a quel punto, venerdì 15 novembre 2019, ha chiamato il Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria del Piemonte e Valle d’Aosta per spiegare cosa stesse accadendo.

In pochi minuti, sono stati allertati dalla centrale operativa gli agenti della polizia ferroviaria presenti nelle stazioni di Porta Nuova e di Porta Susa. 

Il minore è stato trovato a Porta Susa e portato negli uffici di polizia, in attesa dell'arrivo della madre, che così ha potuto finalmente riabbracciarlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge dalla casa della nonna per andare in città in treno, senza soldi e documenti

TorinoToday è in caricamento