menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Torino, minaccia di uccidere i due figli piccoli e di suicidarsi per evitare la separazione dalla moglie

Arrestato dopo mesi di vessazioni e pedinamenti

Aveva minacciato di uccidersi e, peggio ancora, di uccidere i suoi due figli - molto piccoli, in età d'asilo - nel caso in cui la moglie avesse deciso di proseguire con la separazione.

Ma negli ultimi due anni, quell'uomo dell'Est Europa, di 35 anni, aveva vessato in ogni modo la moglie, sua coetanea. Minacciandola di sfregiarla con l’acido o di utilizzare un coltello per farle del male.

Episodi che si ripetono nel tempo e che hanno portato la donna ad avere paura di uscire di casa, visto che sistematicamente veniva pedinata fino a scuola, visto che il marito temeva che scappasse via o che avesse un altro uomo. 

E da quando lei aveva chiesto al marito di lasciare casa e di avviare l'iter per la separazione, ogni giorno era diventato un incubo per quella donna. 

Il 23 dicembre 2020, dopo la denuncia, il gip del tribunale di Torino, esaminata tutta la documentazione prodotta ed ascoltate le parti in causa, ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere per l’uomo, eseguita il giorno successivo, 24 dicembre 2020, dagli agenti del commissariato Centro: l'uomo si trovava a casa di un conoscente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento