rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Meugliano

Piantagione di cannabis in mezzo ai boschi, arrestato operaio-contadino

I carabinieri di Vico Canavese sono rimasti appostati per diverse ore prima di cogliere in flagranza di reato un operaio, incensurato di 43 anni residente a Vico Canavese, che curava le 29 piante di cannabis nascoste tra la fitta vegetazione dei boschi di Meugliano.

La successiva perquisizione domiciliare ha consentito ai militari di trovare e sequestrare altri 3,9 kg di infiorescenze e foglie di marijuana nonché la somma di 3.130 euro in contanti ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio, una macchina per sottovuoto e 94 vasetti in plastica con residui di terriccio con annotazioni riconducibili al tipo di pianta coltivata.

La sostanza stupefacente, il materiale per il confezionamento ed il denaro sono stati sottoposti a sequestro.

L’uomo è stato dichiarato in arresto per coltivazione e detenzione illegale di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura di Ivrea, è stato ristretto agli arresti domiciliari. Il Gip di Ivrea, che ha convalidato l’arresto, ha disposto nei confronti del 43enne l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piantagione di cannabis in mezzo ai boschi, arrestato operaio-contadino

TorinoToday è in caricamento