Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Cernaia

Nel 2015, anno dei grandi eventi, il Mastio della Cittadella resterà chiuso

Sebbene i fondi della Regione per il ripristino dell'edificio storico, siano finalmente a disposizione, ci sarà comunque un ritardo nella sua riapertura al pubblico

Il Mastio della Cittadella di Torino, che fino a pochi anni fa ospitava lo storico Museo d'Artiglieria, con una quantità di pezzi rarissimi e una collezione di grande pregio di armi da taglio, resterà ancora chiuso al pubblico per tutto il 2015. Sebbene finalmente in Regione, sia stata sbloccata almeno una parte dei fondi necessari per i lavori di ristrutturazione, uno dei monumenti più rappresentativi e visitati della Città, resterà chiuso durante gli eventi importanti del prossimo anno: Ostensione, Expo 2015 e tutte le kermesse legate a Torino Capitale Europea dello Sport. Una vetrina mancata e un vero peccato se si considera che queste occasioni sono rare e non capitano spesso: una volta ogni cent'anni l'Expo, una ogni venti l'Ostensione mentre il titolo di Capitale Europea dello Sport è addirittura unico.

La Regione, anche se in ritardo e per mezzo dei fondi europei di sviluppo regionale FESR, ha stanziato i fondi che mancano per concludere il ripristino strutturale e degli impianti del corpo principale dello storico edificio che si trova presso la caserma Cernaia. "Purtroppo i lavori - ha comunicato in Sala Rossa l'assessore alla Cultura del Comune di Torino, Maurizio Braccialarghe - non potranno concludersi per forza maggiore, entro il 2015. Il Mastio dovrà rimanere chiuso". In un anno cruciale e ricchissimo di eventi per Torino, uno dei musei più rappresentativi del capoluogo sabaudo - che con il museo Pietro Micca e la Consolata rappresenta un patrimonio storico ineguagliabile - non sarà quindi aperto al pubblico.  "Dopo la chiusura dell'accesso alla collina di Superga per i pullman turistici, il degrado dei parchi cittadini - ha commentato il vice presidente del Consiglio, Silvio Magliano - questa è un'ulteriore prova di come l'amministrazione non riesca a programmare gli interventi sui beni storici e architettonici della Città, senza cogliere le opportunità che le si presentano in ambito turistico ".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2015, anno dei grandi eventi, il Mastio della Cittadella resterà chiuso

TorinoToday è in caricamento