La Regione acquista cinque milioni di mascherine lavabili da destinare a tutti i piemontesi

Spesa di 6 milioni di euro

Immagine di repertorio

Cinque milioni di mascherine lavabili da destinare all'intera popolazione del Piemonte.

E' questo l'obiettivo che si è posta la Regione, predisponendo in queste ore la modifica al bilancio per garantire la copertura economica necessaria all’acquisto delle mascherine. Ovvero 6 milioni di euro, che giungeranno attraverso la modifica della legge 14 sulla Protezione Civile.

La presentazione del provvedimento avverrà domani, giovedì 16 aprile 2020, ai capigruppo del Consiglio Regionale, anche se già oggi, mercoledì 15 aprile 2020, tutti hanno espresso parere favorevole al provvedimento.

Per la copertura delle risorse necessarie "verrà utilizzata una parte delle donazioni ricevute dalla Regione sul conto corrente attivato per l’emergenza Coronavirus", come precisano da Palazzo Lascaris.

"Abbiamo pronto l’acquisto di 5 milioni di mascherine lavabili per tutti i piemontesi - spiegano il presidente della Regione, Alberto Cirio, insieme all’assessore alla Protezione Civile, Marco Gabusi, e alla Sanità, Luigi Icardi - Ad aggiudicarsi la gara realizzata attraverso SCR sono state tre aziende del Piemonte. Insieme a Poste italiane e alle associazioni che rappresentano gli enti locali stiamo definendo le modalità migliori per organizzare la distribuzione alle famiglie su tutto il territorio. Ringraziamo tutti i Capigruppo del Consiglio regionale per la sensibilità dimostrata e la generosità di chi ci ha permesso con le proprie donazioni di coprire la spesa. Prima di rendere le mascherine obbligatorie era, infatti, fondamentale poterle garantire a tutti, ancor più in vista della fase di ripartenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento