La maschera da sub rischia di farlo morire: cita in giudizio la catena di negozi sportivi

Mentre faceva snorkeling

La maschera al centro del contendere

Una maschera da sub acquistata nel centro Decathlon di Grugliasco sarà al centro di una mediazione civile che si terrà il prossimo 26 luglio a Torino.

Una vicenda che ha origine un anno fa, nel settembre 2017, quando Ranieri Paluselli, timpanista del Teatro Regio di Torino, acquista l'innovativa maschera per poter fare snorkeling nei Paesi Arabi assieme ad un gruppo di colleghi.

Il 14 settembre 2017, l'uomo mentre si trova in Oman ha rischiato di morire, non riuscendo più a respirare e perdendo addirittura conoscenza e venendo salvato solo dai medici dell'ospedale arabo.

Per i legali difensori di Paluselli, gli avvocati Ludovica e Renato Ambrosio, questo incidente potrebbe essere stato causato proprio dalla maschera appena acquistata. Chiedendo così un risarcimento alla nota catena commerciale sportiva.

Nel frattempo, i periti di Decathlon hanno precisato come la maschera non presenti difetti. 

Ora spetterà al mediatore cercare di evitare che la causa sfoci a livello giudiziario in un'aula di tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

Torna su
TorinoToday è in caricamento