rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Cronaca Nichelino

Pugno in pieno volto per "educarla": ma lei sviene e rischia di perdere l'occhio. Marito arrestato a Nichelino

Operata d'urgenza: prognosi di 60 giorni

Da tempo veniva picchiata da quel marito che usava la violenza per "educarla". 

Ma non aveva mai voluto denunciarlo. E neanche l'altro giorno, quando è stata ricoverata all'ospedale Santa Croce di Moncalieri, quella 40enne di Nichelino ha detto ai medici di "essere svenuta dopo una caduta dal letto". Ma i sanitari non hanno creduto a quella versione dei fatti. Perchè una caduta non le avrebbe mai potuto procurare un ematoma diffuso a poca distanza dall'occhio destro. 

Anche perchè, in pochi minuti, la donna è stata portata in sala operatoria, visto che il rischio di perdere la vista era davvero elevato. Non solo: quel pugno, sferrato dal marito, avrebbe potuto anche ucciderla.  

Dopo l'operazione, per fortuna andata a buon fine, la donna è stata dimessa con una prognosi di 60 giorni. Prima di andare, però, i medici le hanno dato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri, raccontando anni di violenze, di paure, di frasi ricevute e il perché di quelle violenze.

E alla fine sono scattate le manette ai polsi dell'uomo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno in pieno volto per "educarla": ma lei sviene e rischia di perdere l'occhio. Marito arrestato a Nichelino

TorinoToday è in caricamento