Cronaca Lungo Piazza d'Armi

Tensione in piazza a Chivasso: in 100 protestano contro i negazionisti amici della Torteria

Sono gli amici di un commerciante finito in ospedale dopo un incidente

Un momento delle manifestazioni di questa mattina a Chivasso

Tra via Orti e via Torino a Chivasso c'è piazza D'Armi. Ed è lì che questa mattina, domenica 11 luglio 2021, sono andate in scena da una parte l'ennesima manifestazione dei negazionisti del Covid e, dall'altra, un momento di solidarietà e di reazione da parte degli amici di Christian Maletta, il titolare del locale "Na Focaccia", recentemente vittima di un grave incidente stradale: è ancora ricoverato in ospedale, lottando per la vita.

Duecento persone dalla parte di Rosanna Spatari, la titolare della "Torteria", luogo di numerosi raduni non autorizzati per dissentire contro tutta la vicenda Covid-19. Dall'altra un centinaio di amici di Maletta, che hanno deciso di scendere in piazza per dire "basta" e per esternare il loro malumore contro le ultime affermazione fatte dalla Spatari nei riguardi di Maletta nei giorni successivi al grave incidente.

Spatari, aveva spiegato come il "karma" avesse causato l'incidente, dopo che il giovane, a più riprese, aveva criticato le azioni della commerciante. Parole che non sono state accettate e che hanno portato un centinaio di persone a scendere in piazza.

Nell'area dei due sit-in, oltre ai carabinieri della compagnia di Chivasso, anche il primo cittadino, Claudio Castello, che ha precisato come la scesa in piazza degli amici di Maletta non sia una contromanifestazione, tenendo bene a spiegare come la manifestazione negazionista "sia stata autorizzata. Ma non i gazebo, che non erano previsti. E ora scatteranno le sanzioni del caso". 

Gli amici di Christian hanno girato le spalle alla Torteria, iniziando a far rombare i motori delle loro moto per evitare che si sentissero i discorsi dei tanti oratori che si sono susseguiti sul palco davanti al negozio della Spatari.

"Chivasso è finita agli onori delle cronache per via di questa signora, in un periodo così complicato per tutti. A livello economico come sanitario. Periodo di sacrifici per tutti, tranne che per lei, che apriva in continuazione, in barba alle regole. Con discorsi sulla dittatura sanitaria e insulti verso chi voleva indossare la mascherina o vaccinarsi che non possono essere accettati", spiegano i protagonisti del sit-in "anti Spatari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Complottisti di tutto il mondo uniamoci", grida la dottoressa Silvana De Mari, intervenuta sul palco poco prima che prendesse parola Spatari. La Spatari, dal palco, ha voluto precisare come "le frasi su Christian siano state fraintese. I giornalisti hanno tagliato male i video, facendo passare un messaggio distorto. Auguro pronta guarigione. Andate a mettere un cuore sul cartello che gli amici hanno esposto sulle vetrine del negozio del collega".

Cartello che recita "Christian 1 di noi. Non mollare. Ti aspettiamo".  

Le frasi della Spatari hanno acceso gli animi tra gli amici di Maletta e i negazionisti. Attimi di forte tensione ma stemperati grazie al tempestivo intervento dei carabinieri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione in piazza a Chivasso: in 100 protestano contro i negazionisti amici della Torteria

TorinoToday è in caricamento