menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Madre "bullizzata" da altri genitori per il suo "no" alle foto della figlia sui social

Poi il dietrofront

Le nuove normative in vigore sulla privacy stanno creando malumori e problemi anche nelle scuole di ogni ordine e grado.

Ne sa qualcosa una madre di una scuola di Torino, letteralmente presa di mira dai genitori della classe dove va sua figlia. Tutto perché in un primo momento non ha dato il consenso alla produzione e divulgazione di fotografie e video tramite social inerenti le attività scolastiche. Come, ad esempio, la recita di Natale.

I fatti si riferiscono, per l'appunto, a qualche settimana prima di Natale, anche se è poi stata resa nota in seguito.

Dicendo "no", le insegnanti non avrebbero potuto far fare fotografie e riprese video alla recita. Tanto che le stesse maestre hanno avvertito i genitori della situazione.

Di qui in poi, la madre è stata bersaglio delle ire dei genitori, che l'hanno invasa di messaggi di critica e denigratori - anche nei riguardi della figlia - su Whatsapp e Facebook. Fino ad arrivare a togliere il saluto.

La situazione è rientrata quando la madre ha fatto marcia indietro: a farle cambiare idea il fatto che alcune bambine si stavano rifiutando di giocare con la figlia per quel "no". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento