Viaggia rannicchiato sui sedili posteriori dell’auto per non farsi notare: pusher arrestato

Denunciato il suo autista. Lavorava per lui in cambio di qualche dose   

Immagine di repertorio

Quella 500 nera parcheggiata martedì sera, 10 settembre, all’angolo fra via Gaidano e via Rubino aveva insospettito i poliziotti della squadra volante, impegnati in un servizio di controllo del territorio anti spaccio in zona Mirafiori. Quando l’auto si è mossa, gli agenti sono entrati in azione, fermandola per un controllo. Il conducente, un italiano di 37 anni, si è mostrato molto sorpreso alla vista degli agenti. In auto, dietro di lui, rannicchiato sui sedili posteriori nel tentativo di non farsi vedere, c’era un pusher 23enne gabonese.

L’uomo ha cercato in tutti i modi di sottrarsi al controllo e prima di essere definitivamente bloccato ha gettato due involucri contenuti 30 grammi di crack sotto il mezzo. Il 23enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 37enne proprietario dell’auto, che in più occasioni ha cercato di favorire la fuga del pusher del quale è cliente, è stato denunciato per favoreggiamento personale. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento