Scarica 10 quintali di rifiuti pericolosi. Un cittadino lo vede e lo fa denunciare dai carabinieri

Richiamato dai militari per un finto incidente

I rifiuti scoperti in via Torino

"Lei ha urtato una macchina con il suo tir e deve ritornare per compilare i moduli". Quando ha sentito queste parole, proferite dai carabinieri di Leini, un autotrasportatore ucraino di 28 anni, residente in provincia di Caserta, mentre era in viaggio per Milano ha fatto retromarcia ed è tornato a Lombardore, in via Torino.

Ovvero dove poche ore prima aveva scaricato, all'altezza del poligono, 10 quintali di rifiuti urbani pericolosi. A vedere quella scena è stato un cittadino che prontamente ha chiamato i carabinieri.

I militari di Leini, assieme ai colleghi forestali di Collegno e agli agenti della municipale di Leini, dopo aver ottenuto da quel cittadino la targa e il modello di tir, decidono di contattarlo al telefono optando per la scusa del finto incidente. 

Appena arrivato con il mezzo pesante è stato denunciato per "traffico illecito di rifiuti" e "invasione di terreni", in quanto di proprietà privata e non autorizzati al conferimento di alcuna tipologia di rifiuto.

L'autista è stato anche multato, oltre ad essere obbligato a ricaricare sul suo tir tutti i rifiuti in precedenza scaricati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento