menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le scuole prese di mira dai ladri

Le scuole prese di mira dai ladri

Torino, ladri a scuola per un giorno e mezzo: non per imparare ma per rubare pc e tablet

Compresi quelli per disabili

 Ladri in azione, nel fine settimana, nella scuola elementare "Salvo D'Acquisto" e nella media "Benedetto Croce" di corso Novara 26 a Torino.  

Ignoti hanno razziato un centinaio di pc e tablet, compresi quelli che venivano usati per permettere la didattica agli alunni con disabilità, di diversa concezione con programmi appositi. 

Strumenti che erano stati acquistati attraverso i fondi del Ministero o che erano stati donati alla scuola. 

La razzia è stata scoperta solo nella mattinata odierna, lunedì 14 dicembre 2020, da parte del personale scolastico: i ladri hanno anche spaccato alcune finestre degli uffici amministrativi.

Per evitare problemi legati al Covid-19, visto che non si sa se i ladri fossero positivi, a scopo precauzionale le due scuole sono state chiuse, con gli allievi delle elementari e di prima media che sono rimasti a casa in attesa che venga completata la sanificazione straordinaria dei due plessi.

Il bottino dei malviventi si aggirerebbe sui 30mila euro. 

L'allarme questa mattina risultava inserito. Proprio come venerdì pomeriggio, quando la procedura di inserimento era stata compiuta dal personale scolastico al termine dell'orario di lezione e dopo le pulizie giornalieri di sanificazione delle aule, degli uffici e delle zone comuni.

Da quanto si è appreso, i ladri sarebbero entrati forzando una porta di sicurezza e scardinando le grate in ferro posizionate dalla scuola per proteggere la zona della segreteria e degli uffici. Ladri che non sarebbero mai usciti dalla scuola fino a domenica mattina, minuto più minuto meno. 

Sul caso indaga la polizia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento