Cronaca Barriera di Milano

Provano a sfondare la porta di un negozio, ma fanno rumore: i residenti chiamano il 112

"Siamo autorizzati dal titolare", ma era una scusa

Immagine di repertorio

Quei rumori piuttosto strani, nella notte di lunedì 21 settembre 2020, ha portato i condomini di una palazzina di Barriera Milano a richiedere l'intervento della polizia.

"Ci sono due persone che stanno provando a sfondare la porta secondaria di un negozio. Si sente il rumore di oggetti in metallo", dicono alla polizia.

E alcuni condomini iniziano a dialogare con i ladri, con questi ultimi che dicono di "essere autorizzati dal proprietario". 

La Volante, giunta sul posto, blocca i due ladri, due cittadini marocchini di 20 e 40 anni. I due avevano con loro un tubo in metallo lungo 35 centimetri, una catena per bicicletta di quasi un metro ed un oggetto metallico utilizzato solitamente per bloccare le ruote delle biciclette o dei motorini.

I due vengono così arrestati con l'accusa di "tentato furto". Il 20enne, inoltre, è stato denunciato per "falsa attestazione", perché ha fornito generalità false in fase di identificazione. Il 40enne, invece, per "rifiuto d’indicazioni sulla propria identità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provano a sfondare la porta di un negozio, ma fanno rumore: i residenti chiamano il 112

TorinoToday è in caricamento