menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Nella pista di pattinaggio partono gli inni fascisti al posto delle classiche canzoni: un denunciato

Per apologia

"Faccetta nera", "All'armi siam fascisti", "L'ha detto Mussolini". Queste ed altre canzoni di epopea fascista sono state diffuse dagli altoparlanti della pista di pattinaggio di Limone Piemonte, in provincia di Cuneo, nella serata di venerdì 22 febbraio 2019.

A denunciare l'accaduto è stato l'Osservatorio sulle nuove destre ma anche tanti turisti e residenti, che hanno poi deciso di informare dell'accaduto i carabinieri della stazione di Limone Piemonte, con questi ultimi che, dopo le indagini di rito, hanno denunciato in stato di libertà di un uomo di 40 anni residente a Torino per il reato di apologia del fascismo. 

Si tratta di un operaio e manutentore della pista di pattinaggio Cuneese, che lavora per conto di una ditta esterna al Comune di Limone Piemonte.

Il sindaco della cittadina cuneese, Angelo Fruttero, già nelle ore successive aveva preso le distanze dall'episodio, precisando come si fosse trattato di una iniziativa personale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento