Tragedia di piazza San Carlo: chiuse le indagini preliminari per omicidio e disastro colposo

Appendino: "Resto a disposizione della magistratura"

Una immagine del 3 giugno 2017

Si sono concluse le indagini preliminari per omicidio e disastro colposo a seguito dei fatti di piazza San Carlo del 3 giugno del 2017, durante la finale di Champions tra la Juve e il Real.

Ventuno persone sono finite sotto inchiesta dopo la morte di una tifosa e il ferimento di 1.526 persone. 

"Ieri sera mi è stato notificato dalla Procura di Torino l'atto in cui si attesta la chiusura delle indagini per piazza San Carlo. Resto a disposizione della magistratura, come lo sono sempre stata", ha detto, tramite una nota, il sindaco di Torino, Chiara Appendino.  

Oltre all'Appendino, sono coinvolti anche il prefetto, il capo di gabinetto e il questore dell'epoca, Angelo Sanna. Alcune posizioni, però, potrebbero essere archiviate dal procuratore capo Armando Spataro, dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo e dal sostituto procuratore Antonio Rinaudo, nelle prossime settimane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento