menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La nuova stazione ferroviaria di Settimo

La nuova stazione ferroviaria di Settimo

Inaugurata la nuova stazione ferroviaria: senza barriere architettoniche

Wi-fi gratuito

Sicura, rinnovata, tecnologica e, soprattutto, a misura di disabile. Sono queste le peculiarità della nuova stazione ferroviaria di Settimo, di piazza degli Alpini, inaugurata ufficialmente questa mattina, lunedì 22 gennaio 2018. 

Un'opera da 5,6 milioni di euro, interamente finanziati dalla stessa Rfi. Rispetto al passato, i marciapiedi sono stati innalzati a 55 centimetri, così come vogliono gli standard europei per i servizi ferroviari metropolitani, in modo tale da agevolare l’accesso ai treni.

Rinnovata la facciata esterna, così come gli interni, a partire dalla biglietteria e dalla sala di attesa. Ma anche il sottopassaggio - dotato di sistema di videosorveglianza - le pensiline e i servizi igienici, così come è stato anche attivato un nuovo sistema di informazioni ai viaggiatori e una rete wi-fi per una connessione gratuita alla rete internet, fruibile previo codice d'accesso che viene fornito tramite un messaggio sms. 

Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di Settimo, Fabrizio Puppo, e il direttore territoriale della Produzione di Torino, Paolo Grassi. 

Per anni questa stazione è stata ricordata più per le denunce sul suo degrado e sulla percezione di poca sicurezza - commenta il sindaco Fabrizio Puppo - L'intervento di Rfi permetterà anche alla nostra Città di poter compiere, con il secondo Bando Periferie, la riqualificazione del tratto di via Roma, facendolo diventare completamente pedonale. Una restyling che darà un volano anche al commercio cittadino. 

Il restyling è stato sviluppato in accordo con la Soprintendenza per l’Archeologia, le Belle Arti ed il Paesaggio e rientra nel piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane, che vede inteventi dello stesso genere anche a Bussoleno, Alba e Bra. 

"In questi nove anni andremo a riqualificare le principali stazioni del Piemonte e della Valle d'Aosta", spiega Grassi.

Gli interventi completano quanto già realizzato negli anni scorsi, con il recupero dell'area della ex Olon, con il prolungamento su via Schiapparelli e l’installazione degli ascensori a servizio di tutti i marciapiedi per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento