rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Giornalista molestata in diretta tv, Simona Ventura: “ Mi piaci Greta, la tua forza, il coraggio di non lasciare perdere questa volta"

Greta Beccaglia ha raccontato la molestia subita nel post partita di Empoli-Fiorentina: ''Ho avuto paura, quello che è accaduto a me è inaccettabile''

Greta Beccaglia, giornalista 27enne di Toscana tv, è stata molestata mentre era in collegamento in diretta con lo studio nel post partita del match di serie A di calcio tra Empoli e Fiorentina nella serata di sabato 27 novembre. "Quello che è accaduto a me è una cosa che non è accettabile e non si deve ripetere. Non può succedere e non deve accadere, tanto più che proprio i calciatori erano scesi in campo mostrando il simbolo della Giornata contro la violenza sulle donne", dice la giornalista che in queste ore sta ricevendo molti messaggi di solidarietà: “Sto ricevendo messaggi di solidarietà da parte di tifosi e persone comuni, ma anche da parte di personaggi noti che hanno un'influenza molto importante sull'opinione pubblica e questa è una reazione generale molto positiva,  tuttavia vicende come questa non devono mai più accadere".

L'intervento di Simona Ventura

È arrivata anche la solidarietà della torinese Simona Ventura, conduttrice televisiva con un passato da giornalista sportiva. “Dopo aver visto questo video la solidarietà a Greta Beccaglia è doverosa. Come doverosa è la condanna di chi l’ha mandata così, da sola, a intervistare tifosi furenti per una sconfitta cocente. Per carità, non vuole essere una scusa, la violenza va condannata in tutte le sue forme, ma sarebbe stato opportuno, da parte del network, difendere la collega in una situazione che avrebbe potuto diventare pericolosa. Mi piaci Greta, la tua forza, la voglia di non abbassare la testa, il coraggio di NON lasciare perdere questa volta. Ti auguro davvero di raggiungere il tuo sogno di diventare #giornalista. Con questa grinta ce la farai! Ben vengano le condanne da parte di tutte le donne del ‘nostro mondo’, l’unione (finalmente) fa la forza. Le ipocrisie, questa volta, lasciamole perdere”.

Se Non Ora Quando? Torino è intervenuta con un tweet: “Solidarietà a Greta Beccaglia e a tutte le donne che hanno subito molestie e violenze senza che ci fosse una telecamera accesa. Stavolta c'era. Ci aspettiamo che le conseguenze siano commisurate alla gravità dell'accaduto”. “#nontelaprendere un corno”, aggiungono da “Se non ora quando” riferito al commento del collega presente in studio in quel momento.

Il presidente dell’ordine dei giornalisti della Toscana Giampaolo Marchini ha criticato il comportamento del conduttore in studio ''perché invece di condannare il gesto e il molestatore, ha invitato la collega a 'non prendersela''' per le molestie mentre, sottolinea l'Ordine "verso di lei non è stata sentita nessuna parola di solidarietà da parte del conduttore".

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati: "Mi auguro che le inaccettabili molestie in diretta tv siano perseguite senza esitazioni", mentre il presidente della Camera Roberto Fico parla di ''violenza vera e propria''. Dalla Lega al Pd, passando per il Movimento 5 stelle e Fratelli d'Italia, tutto il mondo della politica si è schierato dalla parte di Greta, con la speranza che episodi del genere non avvengano mai più, né davanti né dietro le telecamere.
 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista molestata in diretta tv, Simona Ventura: “ Mi piaci Greta, la tua forza, il coraggio di non lasciare perdere questa volta"

TorinoToday è in caricamento