Giocattoli, bigiotteria e prodotti per l'elettronica sequestrati dalla Finanza: non erano sicuri

Pericolosi per la salute

Una parte della merce sequestrata

Sono oltre 20mila gli articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ivrea perché non conformi e potenzialmente pericolosi per la salute.

Articoli che da qui a pochi giorni, senza il tempestivo intervento delle Fiamme Gialle, sarebbero finiti sugli scaffali di una decina di negozi nel Canavese - a Rivarolo, Montalto Dora, Cuorgnè e Burolo - pronti per essere venduti in vista del Natale.

Come giocattoli e bigiotteria, privi delle indicazioni sulla denominazione merceologica, sull’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e le modalità di smaltimento. O come i prodotti per l’elettronica, sprovvisti del marchio “CE”.

I titolari dei negozi, tutti di nazionalità cinese, ora rischiano sanzioni fino a 25mila euro per locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Clienti in coda davanti alla gelateria, scatta la multa. "Ma non posso fare il vigile"

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento