Giocattoli, bigiotteria e prodotti per l'elettronica sequestrati dalla Finanza: non erano sicuri

Pericolosi per la salute

Una parte della merce sequestrata

Sono oltre 20mila gli articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ivrea perché non conformi e potenzialmente pericolosi per la salute.

Articoli che da qui a pochi giorni, senza il tempestivo intervento delle Fiamme Gialle, sarebbero finiti sugli scaffali di una decina di negozi nel Canavese - a Rivarolo, Montalto Dora, Cuorgnè e Burolo - pronti per essere venduti in vista del Natale.

Come giocattoli e bigiotteria, privi delle indicazioni sulla denominazione merceologica, sull’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e le modalità di smaltimento. O come i prodotti per l’elettronica, sprovvisti del marchio “CE”.

I titolari dei negozi, tutti di nazionalità cinese, ora rischiano sanzioni fino a 25mila euro per locale.

Potrebbe interessarti

  • Il ponte tibetano più lungo del mondo: l'avventura da non perdere a un'ora da Torino

  • La Giardiniera, l'antipasto alla piemontese

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Litigio stradale con l'automobilista che lo colpisce, ma lui è un campione di pugilato e lo mette KO

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento