rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Giaveno

La madre abbandona il capriolo toccato da alcuni escursionisti: il cucciolo viene salvato dai vigili

L’animale, spaventato, è stato trovato in mezzo ai boschi. L'appello: “Non sfiorate i cuccioli degli animali selvatici, li condannerete a morte o a una vita in cattività”

 Il Coronavirus ha regalato agli animali selvatici alcuni mesi di vita “normale”, ma ora bisogna ristabilire i giusti equilibri e confini. La vicenda del cucciolo di capriolo allontanato dalla madre, perché toccato da alcune persone, viene raccontata dalla Commissione Tutela Animali Città di Giaveno con un post facebook. Il cucciolo di capriolo è stato fotografato da chi ha preso parte alle operazioni di recupero nella giornata di venerdì 6 giugno. Nel bosco sono sopraggiunti gli Agenti della Polizia Municipale di Giaveno che hanno provveduto a portare l’animale al C.A.N.C. di Grugliasco.

Fanno sapere i portavoce della Commissione tutela animali di Giaveno: “L’intervento si è reso necessario in quanto il piccolo è stato toccato da persone e per questo la madre non lo ha più avvicinato. Lo abbiamo scritto e detto in tutti i modi, ma evidentemente c’è ancora troppa gente ignorante che va in giro per i boschi senza un minimo di conoscenze “etologiche”. A causa dell’ignoranza, e forse dell’egoismo nel voler a tutti i costi accarezzare il “bambi” di disneyana memoria, un altro animale selvatico morirà o nella migliore delle ipotesi finirà in un centro di detenzione, senza poter fare la vita che la natura aveva scelto per lui".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La madre abbandona il capriolo toccato da alcuni escursionisti: il cucciolo viene salvato dai vigili

TorinoToday è in caricamento