menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Torino, ruba la tuta costosa mettendo la carta alluminio sulle placche anti taccheggio: sorpreso e arrestato

Dopo la fuga

Quella tuta la voleva a tutti i costi, anche se il prezzo non era proprio per tutte le tasche: 170 euro. 

E così, domenica pomeriggio, 21 febbraio 2021, quel 26enne libico ha deciso di prendere pantalone e giacca della tuta assieme ad altri due capi d'abbigliamento e si è diretto in un camerino.

Poco dopo, è uscito solo con due capi, immediatamente riposti nei rispettivi scaffali. Peccato che l’addetto alla sicurezza del negozio "Nike" di via Roma 53 avesse notato tutta la scena, andando subito nel camerino a controllare se eventualmente qualche capo fosse stato dimenticato nello spogliatoio.

Dopo il controllo, l'addetto è uscito di corsa per rincorrere il giovane, che nel frattempo aveva fatto scattare l'allarme antitaccheggio. Un inseguimento durato diversi minuti, tra via Roma, via Principe Amedeo e via Eleonora Duse, dove è stato raggiunto.

Alla presenza degli agenti della polizia, è scattata la perquisizione: nello zaino c'era la tuta, ancora intonsa. Con tanto di carta alluminio per evitare che scattasse il sistema antitaccheggio. Ma anche un rotolo di alluminio di ottima qualità.

Il 26enne, che aveva a carico un ordine del questore di lasciare il territorio nazionale, era conosciuto con diversi alias ed aveva numerosi precedenti specifici, è stato arrestato per "furto aggravato" e denunciato per "falsa attestazione delle proprie generalità", visto che anche in questa circostanza ha provato a dare generalità false. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento