menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Prodotti elettronici nascosti nel carrello e non pagati: due persone arrestate

"Dimenticata" la scansione

Sono andati a fare la spesa lunedì 7 maggio 2018 nel supermercato Esselunga di corso Traiano 131, avvalendosi del sistema "presto spesa", che permette ai clienti, mediante un apposito scanner, di scansionare i codici a barre dei diversi prodotti e pagare direttamente in cassa senza più passare ogni singolo prodotto.

Ma due giovani italiani, di 20 anni, incensurati, hanno cercato di rubare alcuni prodotti elettronici, facendo finta di scansionarli e mettendoli direttamente nelle buste, nascondendoli sotto ad altri articoli.

Ma il loro escamotage è stato smascherato da un vigilantes, che dopo aver visto la scena ha deciso di attenderli dopo le casse, chiedendo loro lo scontrino e di aprire le buste.

Lo scontrino parlava da solo: qualche succo di frutta e altra merce di poco valore. E ben 640 euro di prodotti elettronici non pagati. 

I due ragazzi sono poi stati tratti in arresto dagli agenti della squadra volante con l'accusa di furto aggravato in concorso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento