Creano il buco nel vecchio magazzino e rubano nel negozio di intimo

Bottino da 10mila euro

Immagine di repertorio

Hanno approfittato del vecchio magazzino di "Granato Mobili", in via XXV Aprile a Nichelino, per creare un buco ed entrare in un negozio di intimo, presente nella stessa via.

E i ladri sono riusciti a portare a casa un bottino di tutto rispetto: quasi 10mila euro, di merce. 

Ad accorgersi del furto, ma soprattutto del buco, è stato il titolare del negozio di intimo, che ha poi denunciato tutto ai carabinieri.

Gli inquirenti pensano ad un furto studiato in ogni minimo dettaglio, con la banda che aveva davvero le idee chiare, visto che non ha toccato i registratori di cassa né ha cercato di portare via il denaro presente negli stessi registratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento