"Vado in ospedale perché non mi sento bene", ma va a rubare in un garage

Arrestato dalla polizia

Immagine di repertorio

Per crearsi un alibi, visto che era in regime di arresti domiciliari, un italiano di 29 anni aveva chiamato i carabinieri per annunciare loro che si sarebbe recato in ospedale "perché non mi sento molto bene".

E in realtà, in ospedale, è anche andato. Ma solo per ritirare il tagliando della prenotazione nel pronto soccorso a lui più vicino, il Mauriziano, per poi recarsi assieme ad un amico a compiere un colpo, cercando di svaligiare un garage.

E' successo nella serata di ieri, mercoledì 21 marzo 2018, tra corso Unione Sovietica e corso Sebastopoli. E' nei garage di un palazzina all'angolo tra i due corsi che è partita la chiamata d'intervento al "112" da parte di due condomini che denunciavano la presenza nei sotterranei di un ladro e di un complice, con quest'ultimo che si è dileguato prima dell'arrivo della polizia.

Le verifiche compiute sul giovane, hanno così portato all'arresto per evasione e tentato furto aggravato in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Accoltella alla schiena un uomo seduto su una panchina: arrestato per tentato omicidio

  • Chiuse in casa e costrette a prostituirsi "altrimenti diffondiamo i video": tre ragazze liberate

  • Bimbo di un anno e mezzo cade nella piscina gonfiabile di casa: morto dopo tre giorni

  • Incidente automobile-autobus: disagi al traffico e il "giallo della portiera"

Torna su
TorinoToday è in caricamento