Studenti annoiati, rubano un'auto per farsi un giro: denunciati

Nella zona del cimitero

Immagine di repertorio

Hanno rubato un'auto per fare un giro della città. Per divertirsi mezz'ora e fare vedere agli amici di essere "grandi". 

Peccato che tre di quei quattro ragazzi fossero minorenni, tra i 13 e i 16 anni. E l'unico maggiorenne lo fosse da meno di un mese, ancora senza patente.

Tutti e quattro sono finiti nei guai, visto che i carabinieri di Caselle e Leini, impegnati nei controlli del territorio nelle ore notturne, li hanno sorpresi e poi fermati.

E' successo questa notte, martedì 13 febbraio 2018, nella zona di via Argentera, nel parcheggio del cimitero di Mappano. 

Alla vista dei carabinieri, i ragazzi hanno abbandonato l'auto, lasciando le portiere aperte, tentando di evitare problemi. "Non è nostra. Non sappiamo chi l'abbia portata qui. Era già qui quando siamo arrivati noi", hanno detto ai carabinieri, i quali non hanno creduto a questa versione dei fatti. 

I militari hanno infatti scoperto come l'auto fosse stata rubata poco prima in via Generale Dalla Chiesa e come la stessa fosse stata avviata usando la chiave che i quattro avevano trovato per terra.

Il maggiorenne è stato denunciato  - oltre che per furto - per guida senza patente, mentre l'auto è stata restituita al legittimo proprietario. 

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento