Rubavano le grondaie in rame "per pagarsi gli spinelli": arrestati

Potrebbero aver commesso altri furti

Immagine di repertorio

"Le abbiamo rubate per pagarci gli spinelli". E' quanto hanno detto due giovani, di Moncalieri e Nichelino, ai carabinieri dopo essere stati arrestati, colti in flagranza mentre rubavano delle grondaie in rame.

E' successo nei giorni scorsi in strada del Vignotto a Moncalieri.

Per gli inquirenti potrebbero essere gli stessi autori dei furti di manufatti in rame messi a segno in via Cacciatori a Nichelino.

Uno dei due giovani è stato arrestato praticamente in contemporanea con il padre, finito in manette durante l'operazione della Dda (Direzione distrettuale antimafia) condotta dai carabinieri di Asti per traffico di droga ed estorsione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Luigi, l'uomo che da Torino andò in Brasile, diventando il maggior produttore mondiale di panettoni

  • Coronavirus, il conduttore torinese a Verissimo: "Un medico mi disse che era solo un'influenza"

  • A 11 anni si allontana per non sentire litigare i genitori, dopo 10 km chiede aiuto a una guardia giurata

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Va in giro nudo, fermando le auto e buttando a terra l'immondizia: fermato dai carabinieri

  • Piemonte, due scosse di terremoto in un’ora: dove 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento