Cronaca Via San Ciriaco

Aveva parcheggiato l'auto di servizio in un posto per disabili: i funerali del civich suicida

Nella cittadina dove vive la sorella

Nel duomo di San Giovanni a Cirié, nel pomeriggio di oggi, giovedì 6 febbraio 2020, sono stati celebrati i funerali del 43enne agente di polizia locale di Palazzolo, in provincia di Brescia, che si è tolto la vita alle prime luci di martedì nella sede del comando di polizia con un colpo di pistola esploso con la sua pistola d'ordinanza.

Un suicidio dettato dalla vergogna, per una foto comparsa su Facebook in cui si vedeva, perfettamente, l'auto di servizio parcheggiata in un posto ad uso esclusivo delle persone portatrici di disabilità.

Una foto che fece il giro della rete, con i soliti leoni da tastiera che in poche ore hanno messo alla gogna social - e poi mediatica - quell'uomo, che per scusarsi si era persino auto inflitto una multa, addirittura più elevata, con la somma che è stata devoluta all'Anmic (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili). 

L'uomo, nato e cresciuto a Casale Monferrato, però, con il passare delle ore, non ha retto alle ingurie, decidendo per compiere quel gesto estremo. 

Nonostante le origine siano siciliane, di Enna - dove vivono i genitori - il funerale è stato celebrato a Cirié, cittadina dove vive la sorella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva parcheggiato l'auto di servizio in un posto per disabili: i funerali del civich suicida

TorinoToday è in caricamento