Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Barriera di Milano

Torino, a casa o sul posto di lavoro, cerca la sorella per ottenere soldi: per pagarsi alcol o il gioco d'azzardo

Denunciato e con il divieto di avvicinarsi a lei

Atti persecutori. Questa l'accusa nei riguardi di un 56enne di Torino, residente in Barriera di Milano, denunciato dagli agenti della polizia locale del Reparto Polizia di Prossimità.

Vittima la sorella. L'uomo, più volte, si è introdotto nell'abitazione o nel posto di lavoro della donna per chiederle soldi. 

Questo perché il 56enne, disoccupato, ha importanti problemi di abuso di sostanze alcoliche, oltre che di gioco d'azzardo, ed è sempre alla continua ricerca di soldi per finanziare i suoi vizi. 

Incursioni ma anche telefonate notturne, sempre più frequenti, e dai toni violenti, minacciosi e pretenziosi. Al punto da indurre la donna ad assumere farmaci per sconfiggere gli attacchi di panico e riuscire a dormire la notte. 

Per lui è scattato il divieto di avvicinamento e comunicazione con la vittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, a casa o sul posto di lavoro, cerca la sorella per ottenere soldi: per pagarsi alcol o il gioco d'azzardo

TorinoToday è in caricamento