menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercianti ricattati e derubati: arrestati tre pregiudicati

Sottratti costosi aspirapolveri e denaro

Tre italiani sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso dal personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza “Dora Vanchiglia”. L’ultima loro vittima è stata un esercente torinese che si occupa di rivendita ed assistenza autorizzata di elettrodomestici “Folletto”, ma i commercianti caduti nella rete criminale sarebbero diversi, intrappolati in una condizione di sudditanza psicologica determinata dal clima intimidatorio e di sopraffazione ingenerato dai fermati. 

Nell’ultimo episodio i tre si sono resi responsabili della sottrazione con violenza sia di costosi aspirapolveri della nota marca “Folletto”, per un valore ricompreso tra i 2.500 ed i 3.000 euro, sia di sottrazione di denaro nei confronti degli stessi negozianti, determinando un danno economico complessivo di circa 6.000 euro. 

I pregiudicati erano entrati in contatto con le vittime inizialmente per una collaborazione di tipo professionale, successivamente “tradita” dall’imposizione della relativa personalità criminale mediante l’intimidazione e le vessazioni continue. L’attività di indagine, che si è svolta nel giro di poco più di due settimane, ha portato all’individuazione ed al fermo per rapina aggravata in concorso degli autori del reato, e, per colui che ha assunto il ruolo di determinatore, classe 1969, indagato anche per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, l’acquisizione ed il sequestro di una pistola a gas, tipo lanciarazzi, priva di tappo rosso, ed un bastone di circa 1 mt di lunghezza trovato all’interno della sua autovettura.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento