menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I danni della bomba carta

I danni della bomba carta

Capodanno: esplode bomba carta artigianale, quattro persone rimaste ferite

Donna perde tre dita mentre accende un petardo

Cinque persone ferite, auto danneggiate, vetri delle finestre rotti. E’ il bilancio dei festeggiamenti di fine anno a Torino.

In via delle Querce 27, alla mezzanotte del 1 gennaio 2018, ignoti hanno innescato una bomba carta. La sua esplosione ha parzialmente danneggiato quattro vetture, regolarmente parcheggiate, rotto una trentina di vetri delle finestre delle abitazioni circostanti.

Le schegge di vetro hanno ferito quattro persone: un marocchino di 17 anni ha riportato una ferita lacero contusa alla mano sinistra, giudicato guaribile in dodici giorni.

Un italiano di 61 anni, invece, ha riportato abrasioni ed ustioni alla coscia destra e al polpaccio destro: anche lui ha avuto una prognosi di dodici giorni. Un pensionato di 83 anni, invece, ha riportato ferite lacero contuse, guaribili in una settimana mentre un uomo di nazionalità marocchina di 45 anni ha avuto una prognosi di dieci giorni per ferite lacero contuse allo zigomo destro.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli artificieri del comando provinciale. Con loro anche i vigili del fuoco e gli operatori dell’Amiat.

Durante il sopralluogo, sono stati trovati e sequestrati dodici ordigni artigianali inesplosi, una cartuccia calibro 12 e una calibro 9x21, con un peso complessivo di polvere pirica che sfiorava i 550 grammi.

Un ferito anche in piazza Castello

Sempre nella serata di Capodanno, un ragazzo è rimasto leggermente ferito dopo aver preso in mano un petardo inesploso. Prontamente soccorso dall’equipe medica del 118, è stato trasportato in ospedale.

Donna perde tre dita della mano a Volvera

Una ferita anche in provincia, più precisamente a Volvera, dove una donna di 50 anni ha perso tre dita di una mano negli istanti successivi all'accensione di un petardo per festeggiare l'arrivo del 2018. La donna è stata ricoverata al San Luigi di Orbassano.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento