Cronaca Borgo Vittoria / Via Breglio

“Devo andare in farmacia”, ma la scusa non regge: denunciati due uomini agli arresti domiciliari

Uno era seduto al tavolino di un bar

Immagine di repertorio

Sono stati fermati per un controllo mercoledì sera a pochi minuti l’uno dall’altro nella stessa via. Sono due uomini sottoposti agli arresti domiciliari che sono stati sorpresi in strada durante un controllo straordinario del territorio. Entrambi hanno provato a dare la stessa motivazione agli agenti: “Devo andare in farmacia”, ma la scusa non ha retto. 

Nel primo caso un italiano di 42 anni, sottoposto agli arresti domiciliari, è stato riconosciuto dagli agenti del Commissariato Madonna di Campagna in via Breglio. Ai poliziotti ha dichiarato di doversi recare in farmacia per acquistare alcuni medicinali, ma i farmaci da lui indicati non rientravano tra quelli indicati sul referto medico che portava al seguito. Per questo motivo i poliziotti lo hanno denunciato per evasione.

Poco dopo gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine hanno denunciato, sempre per evasione, un 46enne italiano con diversi precedenti di Polizia. L’uomo è stato sorpreso mentre era seduto al tavolino di un bar in un orario non consono alla misura della detenzione domiciliare. Il 46enne, infatti, è autorizzato ad uscire esclusivamente nei giorni feriali tra le 9 e le 11 oppure per situazioni di assoluta necessità. L’uomo ha provato a giustificarsi dicendo di dover andare in farmacia, ma la sosta al bar gli è costata una denuncia per evasione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Devo andare in farmacia”, ma la scusa non regge: denunciati due uomini agli arresti domiciliari

TorinoToday è in caricamento