Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca San Salvario / Via Saluzzo

Torino, "Siamo minorenni" ma è una scusa per evitare guai con la giustizia: un arresto e due denunce

Stanati dagli accertamenti della polizia

Per evitare guai con la polizia, avevano dichiarato di essere minorenni. Uno 15enne e l'altro 16enne. Peccato ne avessero, rispettivamente, 21 e 20 anni.

E' quanto accaduto nella giornata di domenica 20 dicembre 2020 a Torino. Nel primo caso, il 21enne senegalese era stato sorpreso a cedere del crack, nascosto in bocca, ad un cliente. 

Pur provando a darsi alla macchia, è stato fermato dai poliziotti. "Sono minorenne, ho 15 anni", ha detto agli agenti, proprio per evitare che potesse essere incriminato per lo spaccio di droga.

Ma è bastato fare due accertamenti per scoprire come quel ragazzo fosse stato già controllato pochi mesi fa, quando venne anche accertata la sua vera età. E così è stato arrestato per "detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti" e denunciato per aver fornito false generalità.

La stessa scena si ripete in via Saluzzo poche ore dopo. "Ho 16 anni", ha detto quel ragazzo di nazionalità algerina. Portato in Questura per gli accertamenti del caso, è emerso come invece ne avesse 20: ed è così scattata la denuncia per false generalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, "Siamo minorenni" ma è una scusa per evitare guai con la giustizia: un arresto e due denunce

TorinoToday è in caricamento