Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Si spacciano per addetti Smat per rubare nelle abitazioni

Nuovi casi

Immagine di repertorio

Aumentano i casi di truffe con protagonisti falsi tecnici di Smat. L'ultimo caso è quello di Piossasco, come denunciato dalla stessa società che si occupa della rete idrica metropolitana.

Il modus operandi è sempre lo stesso: si presentano alla porta di casa con la scusa di un problema nelle tubature. Una volta dentro, svaligiano le abitazioni di ori, preziosi ed altri oggetti di valore, per poi darsi alla macchia. 

Per questo motivo, la Smat invita i cittadini a "diffidare di coloro che si presentano presso le abitazioni dichiarando di dover riscuotere dei pagamenti della bolletta, effettuare dei controlli sull’acqua e/o interventi tecnici presso la singola abitazione. Non è prassi aziendale effettuare controlli a domicilio; normalmente il personale accede ai fabbricati solo per la lettura o la riparazione dei contatori senza avere la necessità di entrare nelle abitazioni. A riguardo si precisa che tutti gli addetti sono dotati di apposito tesserino, con il logo Smat, sul quale sono riportati il numero di riferimento, la foto e il nome dell’addetto".

In caso di dubbi, si può chiamare il numero unico di emergenza 112. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spacciano per addetti Smat per rubare nelle abitazioni

TorinoToday è in caricamento