"Sono qui per una visita medica", ma doveva essere a casa, ai domiciliari

Arrestato per evasione

Immagine di repertorio

Stava passeggiando con tranquillità per corso Regina Margherita, in direzione piazza della Repubblica. Peccato dovesse rimanere a casa, perché ai domiciliari, viste precedenti condanne per furto e furto aggravato. 

E la sua casa non era in quella zona, bensì ad una decina di chilometri di distanza. 

E quando gli agenti della polizia della Squadra Volante lo ha intercettato per strada, lo hanno immediatamente fermato:  "Sono qui in zona per una visita medica". Ma i controlli fatti dagli agenti hanno fatto emergere la bugia del 22enne romeno, che non aveva alcuna autorizzazione da parte del giudice. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di qui l'arresto per evasione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento