Accattonaggio dentro e fuori dall'ospedale: espulsi dal questore

Dopo l'ennesima denuncia

L'ospedale di Lanzo

Chiedevano la questua davanti nel parcheggio dell'ex ospedale Mauriziano di Lanzo, in regione Oviglia, o addirittura nella zona dove è presente il distributore di bevande e snack.

Una situazione che andava avanti da molto tempo e che infastidiva sia i pazienti, sia i loro parenti ma anche tutto il personale sanitario dell'ospedale valligiano.

Almeno fino a quando non sono intervenuti i carabinieri della locale stazione per l'ennesima denuncia ai danni di tre nomadi slavi per "molestia e disturbo alle persone", "impiego di minori nell’accattonaggio", "attività abusiva di parcheggiatore non autorizzata", "resistenza a pubblico ufficiale" e "oltraggio a pubblico ufficiale".

E dopo l'ennesimo provvedimento, il maresciallo Giulio Perotti ha chiesto e ottenuto dal questore di Torino l'espulsione dal territorio di Lanzo dei tre rom, del campo nomadi di via Germagnano, fino al 2022.

I tre ora rischiano l'arresto se dovessero essere sorpresi nuovamente a chiedere la questua a Lanzo.

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Ragnetti rossi, come eliminarli in modo naturale

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Motociclisti morti: il ragazzo alla guida dell'auto che li ha travolti era ubriaco

  • Il re della pasticceria a Torino, Iginio Massari apre la sua "boutique"

  • Ronaldo apre le porte della sua villa e svela i suoi progetti: intervista tv con vista sulla Mole

  • Furgone-ariete sfonda la saracinesca del centro commerciale, poi i ladri fanno bottino pieno

Torna su
TorinoToday è in caricamento