Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Via Dante Alighieri

Assalto all'ufficio postale: sventrati bancomat e vetrate. Ladri fuggono con un bottino di 25mila euro

Usata un'auto come ariete

L'ufficio postale di via Dante a Chivasso

Sono in corso le indagini dei carabinieri della compagnia di Chivasso per chiarire ogni aspetto dell'esplosione che questa notte, sabato 5 settembre 2020, ha portato alla devastazione dell'ufficio postale di via Dante a Chivasso. 

Tutto è successo attorno alle 2. 

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, una banda composta da almeno quattro persone ha prima fatto saltare in aria il bancomat - forse con la tecnica della marmotta, un blocco di esplosivo che è stato poggiato sulla fessura da cui escono le banconote e che, una volta innescato, porta allo sventramento del bancomat stesso - e una vetrata dell'ufficio postale. 

Poi, usando un'auto di piccola cilindrata, hanno sfondato le altre vetrate, razziando soldi per un "bottino" che dovrebbe aggirarsi sui 25mila euro. Successivamente sono fuggiti, facendo perdere le proprie tracce. 

A dare l'allarme sono stati i residenti, svegliati nel cuore della notte a seguito del boato. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Chivasso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto all'ufficio postale: sventrati bancomat e vetrate. Ladri fuggono con un bottino di 25mila euro

TorinoToday è in caricamento