menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scuola Romero di Venaria

La scuola Romero di Venaria

La scuola chiude a tempo indeterminato: orari flessibili e nuovi servizi per gli studenti trasferiti

Un anno di passione e disagi

Il nuovo anno scolastico si avvicina e la scuola Oscar Romero di via Guarini a Venaria rimarrà chiusa a tempo indeterminato per motivi di sicurezza, come da ordinanza del sindaco Roberto Falcone dello scorso mese di luglio.

Per tutto l'imminente anno, gli studenti seguiranno le lezioni tra le scuole Gramsci e Don Milani. E anche se non ci sarà il servizio di scuolabus per il trasporto degli allievi ad inizio e al termine dell'orario scolastico, Palazzo Civico e la direzione scolastica hanno deciso di puntare "sulla flessibilità e sui servizi di appoggio già esistenti, come il pre e post scuola, per venire incontro ai genitori che avranno oggettivi problemi di gestione logistica a seguito del trasloco delle classi della scuola Romero", commenta il sindaco Roberto Falcone.

Le problematiche segnalate dai genitori nella riunione di fine luglio sono state molte e differenti tra loro "e non è stato possibile individuare soluzioni generalizzate", precisa ancora il primo cittadino.

E così si è deciso per la flessibilità oraria in entrata e uscita, da concordare con gli insegnanti, per venire incontro nel migliore dei modi alle famiglie che si trovano in difficoltà nell'accompagnare o venire a prendere i propri figli.

Il pre scuola partirà alle 7.30 mentre il post scuola sarà fino alle 17.30.

"E per il quale il Comune sarà disponibile ad esaminare la possibilità di intervenire in aiuto delle famiglie, al fine di abbattere i costi del servizio. È invece esclusa la possibilità di istituire un servizio di scuolabus, in quanto molto oneroso per la comunità e non giustificato dai numeri - tiene ancora a precisare Falcone - L’avvio dell’anno scolastico renderà più chiaro il quadro delle esigenze e come provvedere a risolvere le palesi difficoltà del caso. Nel comprendere pienamente le difficoltà di tutti, chiediamo di pazientare un poco per poter identificare e concordare le soluzioni migliori; nel frattempo invitiamo a non diffondere informazioni che non siano preventivamente verificate con la Direzione Scolastica o con l’Ufficio Scuole del Comune. Siamo tutti messi in difficoltà da una situazione oggettivamente non prevedibile, per ovviare alla quale ci auguriamo di aver fatto del nostro meglio per garantire l’istruzione dei bambini e la loro sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento