menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Vigili denigrati tramite Facebook: ecco le prime dieci denunce

Per un'auto portata via

Avevano denigrato, attraverso Facebook, l'operato degli agenti della polizia municipale dopo aver visto portare via una macchina, parcheggiata in via Magnolie, dove erano in corso gli interventi di rifacimento della segnaletica.

Per quell'episodio, la polizia municipale di Borgaro ha denunciato dieci persone - tra cui gli amministratori di uno dei gruppi Facebook dedicati alla cittadina. 

“Anche perché quanto hanno scritto non corrisponde a verità - spiega il comandante Massimo Linarello - C'era una macchina che intralciava i lavori e, per giunta, era rubata".

Tra i più critici sull’azione del comandante Linarello c’è la minoranza guidata da Marco Latella:  “Nulla da dire sull’operato degli agenti di Polizia Locale, ma censurare il diritto di critica e di opinione, tutelati dalla Costituzione, non ci pare corretto. E’ ovvio che sia diritto del sindaco e del comandante querelare dei cittadini se si sono sentiti offesi, ma a condizione che se ne assumano la responsabilità penale, politica e finanziaria. Riteniamo che il confronto, purchè civile ed espresso nei limiti della legalità, anche se critico, sia la base di una società libera, vera e schietta”.

Il comandante Linarello fa poi altre precisazioni: “Bisogna solamente mettere in chiaro come né io né il sindaco abbiamo dato atto ad una querela di parte. Quanto avvenuto è un atto dovuto. Come comando abbiamo segnalato i fatti all'autorità giudiziaria, ovvero alla Procura di Ivrea. E' bene ricordare come il diritto di critica sia costituzionalmente tutelato. Ma sui fatti veri, realmente accaduti. E non sui fatti non veri, inventati. In quest'utimo caso è pura diffamazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento