rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Ciriè / Frazione Devesi

L'imbianchino che arrotondava con la vendita di materiale edile e decespugliatori rubati

Denunciato dai carabinieri

Di professione era un imbianchino, anche piuttosto quotato. E tra un lavoro e l'altro, quell'artigiano di 42 anni, di Cirié, riusciva a raggranellare altri soldi vendendo decespugliatori, tagliaerba, soffiatori, compressori e diverso materiale usato in campo edile.

Ma quel materiale era tutto rubato, come sostengono i carabinieri di Mathi che lunedì pomeriggio, 27 ottobre 2020, sono riusciti a denunciare l'uomo, già noto per reati di questo genere, per ricettazione.

L'indagine era partita diverso tempo fa, dopo alcune segnalazioni di continui via-vai dalla sua abitazione e dal garage, in frazione Devesi di Ciriè. 

Tutta la merce era riposta sia nel garage sia nel suo cascinale: in casa, inoltre, aveva un dettagliato elenco degli attrezzi. Questo per riuscire ad avere sempre contezza di cosa avesse, in quel momento, a disposizione per il cliente di turno. E, soprattutto, cosa fare arrivare per accontentare tutti.  

Le consegne avvenivano in due modalità: o direttamente a casa o con consegna a domicilio, previa telefonata.   

La merce - del valore complessivo di oltre 25mila euro - ora è custodito nella caserma di Mathi, in via Torino 3, in attesa di identificare i proprietari: chi volesse, può telefonare allo 011-9260033 e concordare l'orario per poterla visionare.

Le indagini, però, non sono ancora concluse: i militari, coordinati dal maresciallo Mario Mura, vogliono infatti capire se l'uomo gestisse solo la vendita del materiale rubato o se faccia parte di una banda specializzata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'imbianchino che arrotondava con la vendita di materiale edile e decespugliatori rubati

TorinoToday è in caricamento