rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Borgaro Torinese / Via Lanzo

Borgaro, aggredita e insultata per il colore della pelle dopo il litigio automobilistico: è stata controdenunciata

Dal conducente dell'altra vettura

A distanza di una settimana, fa ancora parlare il caso della presunta aggressione a sfondo razziale avvenuta in via Lanzo a Borgaro e scaturita da un litigio per questioni automobilistiche.

Un litigio che, quasi certamente, finirà in tribunale, davanti al giudice di pace. Questo perché anche l'altro protagonista della vicenda, un 21enne di Borgaro, ha deciso di sporgere denuncia contro quella donna di 33 anni - di Borgaro, seppur di origine brasiliana - che in precedenza lo aveva denunciato per lesioni e minacce.

Il litigio era iniziato dopo che il giovane aveva definito la 33enne "negra di merda" - almeno stante la denuncia della donna - per poi proseguire con spintoni. Sia lei, sia lui - e persino una terza persona che era in auto con il giovane - erano poi andati in ospedale, con prognosi di pochi giorni. 

"Lui, di tutta risposta ha iniziato a chiamarmi negra di merda. E mi ha colpita con un pugno. Se non fossi stata di colore, non sarebbe successo nulla", ha raccontato la donna ai carabinieri della stazione di Caselle. 

Ma il giovane si è recato dai carabinieri di Venaria per denunciare la sua versione dei fatti. Diametralmente opposta. 

Il giovane, invece, ha raccontato come sia lui la vera vittima di questo litigio automobilistico, essendo stato aggredito e insultato ripetutamente. 

I militari stanno vagliando le immagini del sistema di videosorveglianza della zona, speranzosi di trovare qualcosa di determinante nella risoluzione di questo giallo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgaro, aggredita e insultata per il colore della pelle dopo il litigio automobilistico: è stata controdenunciata

TorinoToday è in caricamento