Cronaca

Nel cascinale va in scena una festa a base di musica, eroina e cocaina: torinese denunciato

Altri venti multati

La droga sequestrata dai militari

Detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. Questa l'accusa mossa nei riguardi di un torinese di 35 anni, denunciato il 2 giugno 2020 dai carabinieri della stazione di Montafia (Asti), impegnata nei controlli per la prevenzione del contagio da coronavirus nella zona di Castelnuovo Don Bosco, dove diversi residenti avevano segnalato una festa che stava disturbando il loro sonno.

Arrivati in quella cascina, i militari trovano dieci macchine parcheggiate. Dopo aver provato, invano, a suonare il campanello, i carabinieri decidono di entrare, visto che il cancello era aperto. 

Una volta dentro, ecco trovare una ventina di giovani, tutti trentenni, intenti a ballare: nessuno di loro si è accorto dell'arrivo dei militari in uniforme.

"Avete violato una proprietà privata", hanno urlato i giovani ai rappresentanti delle forze dell'ordine. Peccato, però, che sul tavolino ci fosse un piatto con ben tredici dosi di droga confezionate - otto di eroina e cinque di cocaina, per sei grammi complessivi - e, in giro, è stata trovata della polvere bianca. 

Nel frattempo, nel cascinale sono arrivati anche i carabinieri di Castelnuovo Don Bosco e del Nucleo Radiomobile di Villanova d’Asti.

Se il proprietario è stato denunciato, spiegando solamente come fosse in corso una festa tra amici, per chi ha partecipato è arrivata una sanzione amministrativa per aver violato le norme "anti Covid-19", in primis per il divieto di assembramento. 

Castelnuovo festa cascinale droga denuncia Torinese 2-2

?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel cascinale va in scena una festa a base di musica, eroina e cocaina: torinese denunciato

TorinoToday è in caricamento