Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Vallette / Via delle Pervinche

Torino, Né lui né i suoi amici pagano la corsa: il tassista ne porta uno dalla polizia, dove viene denunciato

Dopo l'aggressione di pochi giorni prima

Immagine di repertorio

Un altro taxista viene preso di mira dai malviventi. Questo dopo l'episodio di Cafasse-Settimo, dove un taxista era stato rapinato poche settimane fa.

Venerdì pomeriggio, 29 gennaio 2021, ecco la chiamata da parte della centrale operativa che invitava il tassista a recarsi in via delle Pervinche, nel quartiere Vallette, per tre clienti che dovevano raggiungere via Pianezza.

Ma con una richiesta particolare: una volta arrivati in via Pianezza, avrebbe dovuto attendere il ritorno delle tre persone nel frattempo scese dall’auto.

Finita la commissione dei tre, ecco che inizia il viaggio di ritorno: due di loro si fanno riaccompagnare in via delle Pervinche. Il terzo, invece, chiede di essere accompagnato in via delle Magnolie. 

Arrivati al luogo richiesto, il tassista chiede 20 euro per il pagamento della corsa. Ma il cliente afferma di non avere contanti e, ancora, come sia convinto che gli altri due abbiano pagato la corsa completa, millantando una presunta truffa da parte del tassista.

"Se non mi paga, chiamo la polizia", avrebbe detto il conducente al cliente. Con quest'ultimo che, a sua volta, lo avrebbe istigato a recarsi davvero in commissariato.

Cosa che avviene: il taxi, infatti, si dirige verso via Grattoni, presso gli uffici della Questura. E il tassista denuncia l'accaduto agli agenti del commissariato Centro. E dopo le verifiche del caso, il cliente viene denunciato per "insolvenza fraudolenta in concorso". Le indagini sono in corso: gli agenti, infatti, vogliono dare un nome e un volto anche agli altri due clienti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, Né lui né i suoi amici pagano la corsa: il tassista ne porta uno dalla polizia, dove viene denunciato

TorinoToday è in caricamento