rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Madonna di Campagna

Vanno a cena in un ristorante di Torino e provano a non pagare il conto con la "scusa" della sigaretta

Un denunciato per aver minacciato il titolare con uno sfollagente telescopico

Quando entrano in quel ristorante, nel quartiere Madonna di Campagna a Torino, tutto fa pensare al classico gruppo di amici che si ritrova, lunedì sera 22 novembre 2021, per una classica cena.

I quattro, infatti, vengono fatti accomodare all'interno del locale dal proprietario - dopo aver espletato l'iter "anti Covid" - viene chiesto loro cosa volessero consumare e poi via agli ordini. Con i vari piatti che vengono portati rispettando tutti gli orari.

Mezz'ora dopo, però, inizia un'altra storia. Perché due di loro si alzano e vanno via. Gli altri due, pochi minuti dopo, fanno lo stesso. "Vorremmo fumare", dicono. E partono diretti verso l'uscita. Il titolare, inizia a sospettare il "giochetto" e li blocca, dicendo loro che potevano tranquillamente fumare nel terrazzino. "Andiamo in strada e poi torniamo su. Se non ti fidi, ecco le chiavi della macchina". Ma il titolare non accetta e intima il pagamento immediato della cena, spiegando loro come altrimenti avrebbe dovuto chiamare la polizia.

A questo punto i due, con scatto fulmineo, abbandonano il locale. Il proprietario ed una dipendente li inseguono quando uno di loro estrae dal borsello uno sfollagente telescopico, iniziando a minacciare il titolare. 

Gli agenti del commissariato Madonna di Campagna arrivano al ristorante in pochi minuti. Dei primi due si sono persi le tracce, alla pari di un terzo. Alla fine quello fermato è l'uomo che aveva in mano lo sfollagente, trovato anche in possesso di due sacchetti contenenti infiorescenze di marijuana.

L’uomo è stato denunciato per violenza privata e minacce e sanzionato amministrativamente per il possesso della sostanza stupefacente. Il conto è stato poi saldato, per la gioia del titolare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanno a cena in un ristorante di Torino e provano a non pagare il conto con la "scusa" della sigaretta

TorinoToday è in caricamento